le vertebre

Dalla portafinestra accostata, tracolla la luce della luna che si sbriciola sul pavimento. Inseguo i nei sgocciolati lungo la tua schiena. E inciampo tra le tue vertebre. Curvano leggermente ad est. Puntano dritte al desiderio di scollinarle una ad una. Dalla quinta lombare alla nuca. E raccogliere conchiglie da posare sull’ascissa curvilinea che, stretta tra le scapole sporgenti, corre sinuosa fino a lambire le fossette scavate al limite di questo sogno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...