CAPOLINEA

Ed ogni notte lo stesso itinerario. Da solo, io e l’ultima corsa di un filobus che attraversa sogni e desideri per lasciarmi al più periferico dei capolinea. Qui, dove non c’è un bar aperto, non c’è un taxi e non c’è più modo di ricordare il profumo del tuo nome.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...