APNEA

Il testo del sesto pezzo dell’album “Nomi” dei Roslyn racconta di un amore in apnea. Che deve trattenere il fiato e nuotare nell’oceano dell’oblio prima di poter riaffiorare e ritrovarsi.

Fin dove cadrò adesso che ci sei

Sorvolo città, notturni fragili

E atterro qui, pensando a te

Qui è come vorrei

Indossi un vestito a pois 

È come vorrei

Gli ulivi, il mare e un rudere

In un millennio d’oblio affonderemo

Trattieni il fiato con me

Sarà un istante, Elena 

Fin dove volai portandoti con me

Qui è come lasciai:

un lume, un libro e i tuoi foulard 

E atterro qui, davanti a te

Un’orchidea e un calice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...