NOIR

Terzo brano del nuovo cd dei Roslyn. Una pagina di cronaca nera. Omicidio suicidio. Un dramma, quello di Marco e Giulia, scatenato da una serie di incomprensioni, di assenza di comunicazione. Se solo avessero fatto chiarezza, non sarebbero lì, ogni notte, a rivivere quelle scene, a pentirsene a chiedersi perdono.

PER ASCOLTARE IL CD



Ogni notte in fondo a un vicolo, Marco e Giulia, sono sempre lì
Piove senza un suono sulle loro lacrime, su quei nomi, sulle date incise nel marmo

Corpi bianchi gesso sul parquet, Marco e Giulia qui si amarono
Fino a quella notte senza luna e un perché, fino a quegli spari, ai suoi occhi increduli

Eri sempre più bella, sempre più distante
Non volevo perderti, non volevo crederti
Ero solo un po’ stanca, eri tutto per me
Non ti avrei tradito mai, non ti avrei lasciato mai

Le risate e poi le corse al mare
I temporali
Un abbraccio senza niente, i vestiti sul sofà
Le risate e poi le corse in centro
I saldi estivi
E improvvisamente buio pesto

Eri sempre più bella, sempre più distante
Non volevo perderti, non volevo crederti
Ero solo un po’ stanca, eri tutto per me
Non ti avrei tradito mai, non ti avrei lasciato mai

Ogni notte in fondo a un vicolo, Marco e Giulia, sono sempre lì
A incollare i vetri e le loro lacrime,
a giurare amore, che non accadrà mai più

Eri sempre più bella, sempre più distante
Non volevo perderti, non volevo crederti
Ero solo un po’ stanca, eri tutto per me
Non ti avrei tradito mai, non ti avrei lasciato mai

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...