LIDIA

La ragazza ripassava passi e movenze per scongiurare il timore di non farcela. “Lidia, tocca a te!”. E ciò che danzò fu il miracolo di un corpo che trasforma le note spigolose di un pianoforte scordato nella leggerezza del vento che si adagia sulle pianure rosate di un tramonto piovoso.

ED
GE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...